lunedì 30 novembre 2009

1 dicembre - Inizia il nostro tempo di attesa




Image and video hosting by TinyPic



Leggete il decalogo delle tenerezze



e ora ...




Una breve preghiera a Gesù nell'attesa di festeggiarlo...



Giocate con noi! Dovete scoprire la frase nascosta decodificando i simboli.




Continua...

r) Circ. n.59- Consigli di classe e di interclasse


Continua...

q) Circ. n.58- Assemblea sindacale


Continua...

p) Circ. n.57- Proclamazione sciopero nazionale-


Continua...

o) Circ. n.56- Se si lascia il servizio per motivi di malore

.
.

Continua...

domenica 22 novembre 2009

Sta per iniziare il periodo dell'Avvento...

Free Image Hosting at www.ImageShack.us


Continua...

Calendario dell'avvento

CALENDARIO DELL'AVVENTO
DAL
Cliccando su un apposito link di richiamo potrete partecipare attivamente a questa bella iniziativa, aperta a tutti gli alunni del Circolo, ma anche a tutti quelli che vogliono aderire spontaneamente per aspettare insieme a noi il Natale.

Ogni giorno nel pacco ci sarà una sorpresa diversa.

Tenetevi informati. Presto seguiranno altre informazioni.




Continua...

sabato 21 novembre 2009

n) Circ. n.55- Consigli di Intersezione


Continua...

m) Circ. n.54- Consigli di classe

Circ. n.54- Consigli di classe
Continua...

l) Circ. n.53- Convocazione Consigli di intersezione




Continua...

i) Circ. n.52- Assicurazione alunni personale...




Continua...

venerdì 20 novembre 2009

h) Circ. n.51- Rilevazione insegn.Inglese



Continua...

giovedì 19 novembre 2009

martedì 17 novembre 2009

domenica 15 novembre 2009

f) Circ. n.49- Convocazione gruppo H



Continua...

e) Circ. n.48- Calendarizzazione attività-S.P.





Continua...

sabato 14 novembre 2009

Circolare n. 47-Incontri Scuola-Famiglia


Continua...

Circolare n.46 -Consigli di Interclasse







Continua...

b) Circ. n.45- Assemblea dei genitori -Scuola dell'Infanzia-


Continua...

Alunni delle classi quinte, sez C e E.





I nonni

I nonni sono come un albero d’argento
che la neve ripara e muove il vento;
dicono no con la testa e sì col cuore.
Stanno sempre davanti al fuoco e pregano
tutte le ore:
Quando la mamma e il papà sgridano,
loro perdonano.
Chissà perchè i nonni sono così buoni!

Elena Morgese 5^ E

--------------


I nonni

Il due ottobre è arrivato
anche quest’anno indisturbato,
è un giorno assai speciale:
io ne ho quattro da festeggiare.
Questa festa non è un mistero,
ma c’è ancora chi non lo sa
e forse non festeggerà.
I miei nonni oggi festeggio
e un sorriso nasce lieto.
Io li vedo arrivare come un angelo
in mio aiuto
che nell’immenso cielo blu
brillerà sempre di più.

..........................



Ai nonni

Ho quattro nonni,
che mi rendono felice tutti i giorni,
con la loro allegria,
sembra di stare in un mondo di magia.
La loro importanza è molto grande,
più dei fiori di lavanda,
che col loro profumo,
fan star bene tutto il mondo.
Una è Luisa,e la sua specialità?
Chissà quale sarà?
Forse la parmigiana di melanzana!
Nonna Ketty,la biondina,
è sempre tanto carina.
Poi vengono i nonni:uno è snello
E uno bello robusto:
uno è Umberto,detto Tlibù,
che vuol vedere sempre la tivù.
L’altro è Mario,detto Mariello,
che ha preso il posto del suo papariello
a fare la pizza più buona del mondo!

Luisa Iolanda Astarita 5^ C

..........................

Per la nonna

La mia nonnina,
vive in una casa piccina e carina.
Lei ha sempre molto da fare,
infatti con noi quasi mai può stare!
E’ paziente e non mente ,
a volte però litighiamo,
ma subito dopo ci ricongiungiamo.
Vi dico solo che è una nonna
SUPER FANTASTICA!!!!!!!


Federica Volpe 5^ C

...........................



I nonni
I nonni ci tengono compagnia
Quando i genitori stanno via.
I nonni ci raccontano
Le loro giovanili avventure
Per farci mangiare le verdure:
Loro ci amano in modo incondizionato,
meglio dei figli siamo trattati.
Il loro amore infinito non finirà mai,
la loro gioia e la loro allegria
ci saranno di compagnia.

Paolo Langella 5^ C

.........................

Dedicata ai nonni

Nonni,
voi siete come i fiori nel bel giardino,
voi siete il latte che bevo al mattino,
voi vi nascondete nel mio zaino
per darmi anche a scuola il vostro amore,
voi mi proteggete quando ho paura,
voi mi date speranza di continuare
e di guardare avanti.
Siete unici,
quando ascolto le vostre storie,
mi fate pensare al mio futuro!


Chiara Ingenito 5^ C


...................



Alla nonna

Nonna,nonna,
quando ti vedo
il cuore batte a cento all’ora
e quando mi parli divento più buona.
Mi sai sollevare
il morale
e mi fai pure giocare,
quando vedo che sei felice
divento felice anch’io.
Con te faccio passeggiate
e arriviamo fino al casale.
Quando a casa arriviamo
mi dai caramelle e cioccolata,
se andiamo al supermercato
mi compri gomme e leccalecca.
TI VOGLIO BENE, NONNA.

Virginia Cuomo 5^ C

---------------------

La nonna

Raccontami ancora, nonna
di quando eri bambina
e giocavi con la tua bambolina
cucita dalla tua mammina.
Di come trascorrevi le ore
affacciata al balcone
pensando al domani
e al tuo grande amore.
Raccontami,quando incontrasti il nonnino,
mentre passeggiavi da sola in giardino
e il tuo cuore battè così forte
come il tuono nella notte.
Ora gli anni sono passati
e con essi tanti eventi
belli, allegri e dolorosi,
ma i tuoi occhi sempre sono fiduciosi.

Francesca Aiello 5^ E

..............................

I nonni

I nonni,
fiori nei nostri cuori,
ancore nel nostro mare,
porto sicuro per noi piccolini.
Nonni,
siete gli unici grandi
TESORI
Per noi bambini.
Grazie per esserci.

Chiara Buonocore 5^ E

............................


I nonni

I nonni sono forti e premurosi
e ci stringono in abbracci
affettuosi.
Con loro puoi parlare, giocare
e lasciarti teneramente
coccolare.
Con noi nipotini
ritornano bambini,
in loro compagnia
stiamo sempre in allegria.

Martina Buonocore 5^ E

..............................

La bambola della nonna

Come un caro ricordo è conservata
quella bambola sopra il cassettone;
è mal vestita, ha la testa pelata,
eppure mette quasi soggezione.
Si stupisce fra sé la nipotina,
che la nonna , così seria e severa,
abbia giocato anch’essa da bambina
con quella vecchia bambola di cera.

Francesca Gioiana De Martino 5^ E

................................

Mio nonno

Mio nonno dal lavoro
ritorna sempre stanco
e quando siede sul divano
è come il Monte Bianco.
A volte è come un bambino,
ha bisogno di coccole
e fare il riposino.
Sta sempre a guardare la tivù:
il suo programma televisivo
…è quello che non vuoi vedere tu!!!

Luigi Ruggiero 5^ E

.................................

Ai miei nonni

Io ho tre nonni:
nonna Rosa, nonna Francesca e nonno Michele.

Ai miei nonni vorrei dire
le parole che non dico.

E’ bello durante il giorno,
vederli nei campi a seminare e lavorare.

E’ bello anche sentirli litigare
per qualche cosa di banale.

E’ bello ritrovarsi intorno al tavolo
a mangiare tutti insieme.

E’ bello anche quando per me
c’è qualche rimprovero educato
o qualche parola d’incoraggiamento.

E’ bello avere dei nonni:
sono come un’altra mamma e un altro papà.

A loro vorrei dire grazie
grazie…
grazie…
grazie di esistere.


Andrea Savarese 5^ E


Continua...

domenica 8 novembre 2009

Perchè?... Il Blog della scuola

Glitter text generator



Basta guardarci intorno per renderci conto dello sconvolgimento che hanno subito i media in questi ultimi anni.
Siamo, ci piaccia o no, nell’era digitale e a ricordarcelo in questo periodo è il cambio dei vecchi televisori, resi obsoleti dalle nuove tecnologie: ora, come tutti ben sappiamo, potranno continuare a trasmettere solo se muniti di moderni decoder.
Ma ad aggiornarsi sull’utilizzo delle moderne tecnologie non è solamente il sistema multimediale e informativo ma anche quello commerciale, politico e sociale e, ultimamente, anche quello religioso. Non c’è oggi un’impresa o un negozio, un partito o un esponente politico, un personaggio famoso o una qualsiasi persona in cerca di visibilità che non abbia un Blog o un Sito web.
Basta collegarsi in Internet per trovarsi in una miriade di pagine web dai contenuti più svariati: giornali online, vendite promozionali, offerte telematiche, pagine umoristiche, diari di ogni genere, pubblicità, giochi e quant’altro.
Anche il sistema scolastico è stato ed è investito di continuo da queste innovazioni tanto che per tenersi a passo con i tempi le scuole di ogni ordine e grado si stanno cablando per entrare nella rete informatica e partecipare attivamente a questa nuova modalità di comunicazione/interazione.
Su questo argomento noi del I Circolo Didattico di Vico Equense ci siamo già espressi in un precedente post.
Ora sentiamo il bisogno di spiegare meglio il motivo della scelta del Blog.
Premesso che il Blog (da web-log= traccia in rete) è “[… uno spazio virtuale gestito autonomamente che consente di rendere pubbliche in tempo reale notizie, informazioni o storie di ogni genere. E' dunque un nuovo mezzo per esprimersi in rete in modo facile e veloce. Una nuova tipologia di “sito Internet” a metà tra i newsgroup, le pagine personali e i portali d'informazione]”, è stato da noi preferito proprio per la sua facilità di organizzazione, di gestione e di consultazione: non richiede nessun tipo di conoscenza tecnica, come ad esempio il linguaggio html indispensabile nella creazione delle pagine di un Sito web, e può essere aggiornato in ogni momento con semplici operazioni.
Ma dire questo è poco e non spiega il grande successo del Blog, nello scorcio degli ultimi anni, se non si considera oltre a questo suo aspetto informativo anche il suo lato prettamente sociale e comunicativo.
Il blog è infatti anche “Un luogo di interazione, un modo per stare (virtualmente) insieme agli altri e per esprimere liberamente la propria creatività, la propria opinione sui più svariati argomenti”.
È dunque un nuovo punto di ritrovo virtuale dove è possibile scambiarsi pensieri e opinioni nonché confrontarsi con innumerevoli utenti che possono liberamente associarsi e partecipare alla conversazione online dando vita a una catena di connessioni inimmaginabile. Così il discorso diventa inarrestabile: lo si può interrompere solo con la disconnessione dalla rete.

In sintesi, sette cose da sapere sul Blog:


  1. Un Blog è personale ma pubblico. Personale nel senso che è di chi lo crea e lo gestisce come vuole. Pubblico, nel senso che tutti possono leggerlo.

  2. Su di un Blog si può pubblicare ogni informazione o comunicazione.

  3. Un Blog è facile da usare, non necessita di competenze tecniche particolari.

  4. Tutte le pubblicazioni (post) vengono "etichettate" con la data e l'orario di inserimento e visualizzate in ordine cronologico inverso (dal più nuovo al più vecchio).

  5. Un Blog mantiene l'archivio storico facilmente accessibile di tutto quello che si pubblica.

  6. Chi legge può lasciare dei commenti sull’argomento trattato.

  7. Aprire un Blog non costa nulla.


Da quanto detto si evince ancora più chiaramente il motivo della nostra scelta.


Il Blog, utilizzato a scuola, ci consente di essere più attivi sul territorio, di raggiungere più utenti e di confrontarci con più persone, facendoci conoscere per quello che realmente siamo.
In esso, la comunicazione, aggiornata di continuo, lungi dall’essere unidirezionale, può essere arricchita, di volta in volta, dai contributi degli utenti rilasciati nei commenti e può permettere accomodamenti e aggiustamenti all’atto d’indirizzo della scuola. Anche la partecipazione ai sondaggi permette all’utente di esprimere la propria opinione sull’argomento in discussione e ciò potrà influenzare poi le successive scelte della Scuola e pertanto contribuire a innovare, ad aggiornare o modificare l’Offerta Formativa.
I contributi scritti (post), rimanendo per sempre sistemati in archivio, permettono di ricostruire la storia dell’Istituzione proprio come accade con i diari di bordo.
Il tutto nel Blog è arricchito dalla creatività dell’impostazione che può rendere più o meno accattivante e fruibile la lettura dei contenuti a tutto vantaggio della buona presentazione/visione del materiale pubblicato che per lo più è volto a valorizzare il lavoro didattico fatto nelle diverse classi dagli alunni e reso unico e originale dal loro singolare modo di interpretare la realtà e di ricostruirsi le conoscenze e dunque i saperi. Basta visitare la sezione della Didattica viva per rendersene conto.
Il Blog infine consente anche a noi tutti, operatori della scuola, docenti e alunni, di fare esperienza in questo nuovo spazio online per meglio capirne l’utilizzo e sperimentarne la praticità perché a dirla con Gianni Marconato “Non basta avere la tecnologia per farla funzionare, bisogna saperla usare”. E dopo bisogna avere la capacità di tradurre questa esperienza in metodologia cioè integrare la tecnologia nella didattica.
Il blog è la scuola aperta dell’era informatica; è la scuola che ha il coraggio di aprirsi al mondo perché non teme il confronto, anzi, lo cerca per migliorare la propria azione formativa; è un esempio ed uno stimolo per quei docenti legati ancora alla “mia classe” ai “miei alunni” e che non hanno l’umiltà di ammettere di non sapere né la convinzione di essere talmente bravi da poter offrire un valido aiuto ai colleghi.
Noi ci stiamo già provando… con l’entusiasmo di sempre.


Continua...

martedì 3 novembre 2009

E' importante la prevenzione.

Influenza: misure igieniche e comportamentali da adottare.




5 REGOLE DA RISPETTARE


Continua...

domenica 1 novembre 2009

a) Circ. n.44- Prove di evacuazione con preavviso



Circ.
Continua...

Da "INFORMASCUOLA" -Aggiornamenti quotidiani on line sul mondo della scuola-

I materiali didattici degli anni precedenti sono stati archiviati nel sito della scuola, nella sezione "Videoteca-Scuola". Per visionarli cliccare sul seguente indirizzo: http://www.primocircolovico.gov.it/webschool3/index.php

I NOSTRI SPONSOR...

Image and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPic

LA NOSTRA SCUOLA

Sito scuola:http://www.primocircolovico.gov.it/webschool3/index.php

Dall'antico libro della saggezza....

“ Non inducete i ragazzi ad apprendere con severità e violenza, ma guidateli invece per mezzo di ciò che li diverte, affinché possano meglio scoprire l’inclinazione del loro animo” (Platone)