martedì 25 gennaio 2011

La Shoah... 27 gennaio: il giorno della memoria....


Domani è il giorno della memoria e anche la scuola si attiva per ricordare la Shoah.

Anch’io in qualità di docente negli anni passati ho trattato con i miei alunni questo sconvolgente argomento.
Ricordo in particolare il lavoro svolto alcuni anni fa: ero attorniata da alunni per lo più intelligenti e vivaci, particolarmente sensibili e tanto motivati allo studio inteso proprio come ricerca attiva di nuove fonti, di nuovi materiali volti ad approfondire le conoscenze.

Allora ci impegnammo nella ricerca: spulciammo vecchie riviste; cercammo in vecchie biblioteche private; ci informammo presso parenti e conoscenti; leggemmo stralci di testi che trattavano l’argomento e… piangemmo tanto, versando lacrime di autentica commozione se non proprio di vero dolore.

Ogni qualvolta che ci imbattevamo in racconti strazianti riferiti a episodi del tempo ci veniva la pelle d’oca.

Entrammo involontariamente in un circolo vizioso: io cercavo di allentare il ritmo della ricerca e di smorzare l’interesse ma ogni mio tentativo cadeva puntualmente nel vuoto.

Inaspettatamente venivo sorpresa dall’arrivo di nuovo materiale che, seppur ignorato in gran parte del suo contenuto, ero costretta a prendere in considerazione, a filtrare, a spiegare per non deludere chi me lo aveva portato.

E non sempre erano alunni.
Spesso i contributi arrivavano dai genitori che coinvolti dall’interesse dei figli si prodigavano per arricchire la nostra ricerca.
Fu così che presero vita i disegni sotto riportati con i quali oggi voglio raccontare la pagina più oscura della storia umana.

Certo io conosco le emozioni che stanno dietro quelle immagini, dietro lo stemperamento di quei colori, dietro quei tratti ora timidi ora violenti e spesso marcati dalla tinta nera della matita perché l’audace autore aveva la pretesa di illustrare quel dolore senza fine che aveva immaginato nell’animo angosciato delle vittime e perciò ancora oggi non riesco a guardarle senza coglierne tutta la loro drammaticità.

Ma chi di voi, pur non avendo partecipato con noi a questa esperienza di studio, non resterà impressionato da quanto segue?
SHOAH [Sola lettura]

La Shoah non può lasciarci inermi, freddi lettori di crude testimonianze del passato che al contrario dovrebbero farci riflettere seriamente sul valore della vita, sull’inutilità della guerra e delle barbarie che riescono a trasformare l’uomo in bestia.



Meditate che questo è stato…

Nessun commento:

Posta un commento

Da "INFORMASCUOLA" -Aggiornamenti quotidiani on line sul mondo della scuola-

I materiali didattici degli anni precedenti sono stati archiviati nel sito della scuola, nella sezione "Videoteca-Scuola". Per visionarli cliccare sul seguente indirizzo: http://www.primocircolovico.gov.it/webschool3/index.php

I NOSTRI SPONSOR...

Image and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPic

LA NOSTRA SCUOLA

Sito scuola:http://www.primocircolovico.gov.it/webschool3/index.php

Dall'antico libro della saggezza....

“ Non inducete i ragazzi ad apprendere con severità e violenza, ma guidateli invece per mezzo di ciò che li diverte, affinché possano meglio scoprire l’inclinazione del loro animo” (Platone)